Le Linee Guida per la Certificazione Energetica

Le linee guida per la Certificazione Energetica1 indicano la procedura per la redazione dell'Attestato di Certificazione Energetica.
 
Cosa sono le linee guida per la Certificazione Energetica?
 
Le linee guida per la Certificazione Energetica contengono i riferimenti alle norme tecniche da seguire, la metodologia di calcolo e gli schemi per il rilascio dell'Attestato di Certificazione Energetica per edifici residenziali e non residenziali.


Cosa cambia con l'introduzione delle linee guida per la Certificazione Energetica?


L'emanazione delle Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica, pubblicate il 26 Giugno 2009, ha posto fine al periodo transitorio durante il quale era in vigore l'Attestato di Qualificazione Energetica.
Questo documento veniva redatto da un professionista privato, qualificato e asseverato dal direttore dei lavori, nelle Regioni prive di proprie leggi e norme di attuazione, in tema di Certificazione Energetica degli edifici.
Gli Attestati di Qualificazione Energetica perderanno valore 12 mesi dopo l'emanazione delle Linee Guida Nazionali e quindi dal 26 giugno 2010 la certificazione energetica degli edifici sul territorio nazionale sarà convalidata esclusivamente dagli Attestati di Certificazione Energetica (ACE), come predisposto dal Decreto.
 
Per le Regioni e le Province Autonome, le disposizioni contenute nelle Linee Guida Nazionali per la certificazione energetica vengono applicate sino alla data di entrata in vigore di strumenti regionali di Certificazione Energetica degli edifici.
Gli Attestati di Certificazione Energetica hanno una validità massima di 10 anni.
 
La loro validità però decade nel caso non vengano effettuati i regolari controlli di efficienza energetica sugli impianti (l'ACE scadrebbe il 31 dicembre, successivo alla prima scadenza di controllo non rispettata).
 
All’Attestato di Certificazione Energetica deve essere allegato il libretto dell'impianto o della centrale.
 
 
Quali obblighi introducono le linee guida per la Certificazione Energetica?

Le Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica prevedono obbligatoriamente un nuovo Attestato di Certificazione Energetica nei seguenti casi:
- dopo ogni intervento migliorativo della prestazione energetica, a seguito di interventi di riqualificazione che riguardino almeno il 25% della superficie esterna dell'immobile;
- dopo ogni intervento di riqualificazione degli impianti di climatizzazione e di produzione di acqua calda sanitaria che prevedano l'istallazione di sistemi di produzione con rendimenti più alti di almeno il 5% rispetto ai sistemi preesistenti;
- dopo ogni intervento di ristrutturazione impiantistico o di sostituzione di componenti o apparecchi che possa modificare la prestazione energetica dell'edificio.
 
................................................................................................
Contattaci per ricevere maggiori  informazioni!
................................................................................................


(*) campi obbligatori
Nome(*)
Cognome(*)
Città(*)
Indirizzo immobile(*)
N. Civico(*)
CAP(*)
Email(*)
Telefono(*)
Tipologia immobile(*)
Superficie(*)
Tipologia impianto(*)
Tipologia serramenti(*)
Richiesta Ace per incentivi Fotovoltaico
Messaggio
Codice di sicurezza(*)

Non riesci a leggere? Cambia codice
...............................................................................................
Vuoi saperne di più sulla Certificazione Energetica?
Leggi
Esempio Certificazione Energetica
...............................................................................................

Leggi anche:

Certificatore Energetico
Certificazione Energetica Urgente



Nota:

1. Le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici sono stati modificati dal decreto 22/11/2012. In particolare si prevede
l’abolizione della possibilità per i proprietari di edifici “energivori” di autocertificare in classe G

Aggiornato il 19 dicembre 2012