Ecobonus 65% anche nel 2018, ma scendono al 50% serramenti e caldaie

Ancora un anno di proroga dell'ecobonus 65% ma con riduzione al 50% per serramenti e caldaie. Valide fino al 31/12/2018 anche le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie. Prorogate tutte le agevolazioni per le riqualificazioni dei condomini e gli sgravi per l'antisismica ed introdotto il bonus-verde.

La Legge di Bilancio prorogate fino al 31/12/2018 le detrazioni fiscali 65% anche se con un'importante modifica. Vengono prorogate anche le detrazioni 50% per le ristrutturazioni edilizie e tutte le agevolazioni per condomini e antisismica.

Quali novità per l'ecobonus nel 2018 ?
Un’importante novità, non positiva, riguarda la riduzione dal 65% al 50% della detrazione fiscale per “interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione”. Questa riduzione sarà valida dal 01/01/2018 al 31/12/2018.

Ci sono altre modifiche all'ecobonus ?

L’ecobonus non subisce altre modifiche per tutti gli altri interventi. L’installazione di isolamenti termici, come insufflaggio pareti o sottotetto e cappotto, rimangono quindi detraibile al 65% fino al 31/12/2018.
 
Invariato anche il sisma-bonus per la messa in sicurezza degli edifici residenziali con una detrazione variabile dal 50 al 85%2 sino al 31/12/2021.

Viene introdotto, invece, il nuovo bonus-verde per la realizzazione e sistemazione di giardini, tetti verdi e aree verdi private e condominali. La detrazione, pari al 36%3, è valida per tutto il 2018.

In condomìnio sono confermate le detrazioni?

Anche per i condomìni viene confermato l’ecobonus fino al 31/12/2021 per lavori sulle parti comuni, con aliquote variabili da 65-70-75% a seconda del tipo di intervento4, come già attualmente in vigore.

Si rafforza la possibilità di cessione del credito dell’ecobonus dei singoli condòmini. I condòmini, oltre alla cessione della propria parte di credito per lavori su parti comuni del condomìnio a fornitori/imprese o ad istituti bancari, potranno ora cederla anche per singoli interventi sulle proprie unità immobiliari a partire dal 01/01/2018.



Tutte le Flash News
Note:
1. Legge di Bilancio 2018 modifica gli artt.---.
2. Aliquota base del 50% per miglioramenti che non portano ad un cambiamento di classe; aliquota del 70% (75% per i condomini) con un miglioramento di 1 classe di rischio; aliquota dell'80% (85% per i condomini) con un miglioramento di 2 classi di rischio. Le detrazioni si applicano ad edifici ricadenti in zona sismica 1-2-3. Importo detraibile massimo di euro 96.000 per ciascun anno.
3. Fino ad un massimo di € 5.000 per unità immobiliare.
4. Devono essere interventi con cui si consegue almeno la qualità media di cui al Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 26/06/2015 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.162 del 15/07/2015.


Pagina aggiornata il 06 dicembre 2017