Cessione del credito "Ecobonus"

Riqualificare energeticamente la propria casa o condominio è sempre più vantaggioso. Esiste infatti la possibilità di cedere l'Ecobonus sotto forma di sconto diretto sui lavori di miglioramento. 


Dal 1° gennaio 2016 è prevista la possibilità di cedere il credito derivante dalla detrazione fiscale riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica (Ecobonus) ai fornitori o ad altri soggetti privati.
 
Le istituzioni stanno lavorando molto su questo tema per rendere il meccanismo di cessione sempre più semplice e accessibile a tutti. Lo scopo è quello di incentivare gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici in modo da raggiungere entro il 2030 gli obiettivi preposti dall'unione europea in tema di "riduzione delle emissioni".

In questa sezione vengono raccolte tutte le informazioni e le novità inerenti alla cessione del credito Ecobonus. Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere informato!
 
 
Aggiornato il 02 luglio 2019


Oggi è possibile cedere il credito "Ecobonus" per lavori di riqualificazioni energetica su parti condominiali o singole abitazioni a fornitori o ad altri soggetti privati. Un'occasione per valorizzare la tua casa e diminuire i consumi spendendo quasi la metà


Nuova possiblità per la cessione di ecobonus e sismabonus: il 30 giugno 2019 è stato convertito in legge il DL Crescita che introduce la facoltà di avere uno sconto diretto sul corrispettivo dovuto. 


Dal 1 gennaio 2016condòmini incapienti possono cedere il proprio credito di ecobonus 65% ai fornitori che hanno realizzato i lavori di riqualificazione energetica nelle parti comuni del condominio. 


L'Agenzia dell'Entrate ha pubblicato il provvedimento che regola la cessione del credito anche per le singole abitazioni.