Il 55% verso la conferma definitiva

Flash News - 28 Maggio 2012

Detrazioni 55% senza scadenze temporali, maggiore tetto di spesa e innalzamento dal 36% al 50% delle detrazioni per la ristrutturazione edilizia: queste le misure che, nella bozza di decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, puntano a dare un impulso di crescita al settore edilizio italiano, attualmente in affanno.
Importanti novità in arrivo per il settore edilizio: nella bozza di decreto del Ministero delle infrastrutture si preannunciano importanti modifiche all’attuale regime di detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica.

Le Detrazioni 55% (Riqualificazione Energetica) e 36% (Ristrutturazione Edilizia) hanno rappresentato negli ultimi anni le due misure fiscali che hanno maggiormente aiutato il settore edilizio, duramente colpito dalla crisi economica degli ultimi anni. Lo Stato ha coperto gran parte dei minori introiti fiscali attraverso il maggiore gettito fiscale delle aziende che hanno aumentato il loro giro d’affari grazie a questi provvedimenti.

Detrazioni 55%: cosa cambierà?

Con questa bozza di decreto il Governo manifesta la volontà di rendere il regime delle Detrazioni 55%  strutturale e definitivo nel sistema fiscale italiano (attualmente la scadenza è prevista per dicembre 2012). Realizzare la Riqualificazione Energetica del patrimonio edilizio italiano, ad oggi in larga parte obsoleto, arrivando a standard elevati rispetto alla normativa vigente potrà diventare una realtà più concreta, come dimostrato dai risultati già ottenuti negli anni precedenti.

..............................................................................................
CasaEnergetica offre assistenza completa
per ottenere e massimizzare la detrazione 55%
per la Riqualificazione Energetica!
Per avere maggiori info
Contattaci !
..............................................................................................

Detrazioni 36%: cosa cambierà?

Per quanto riguarda il regime di detrazioni 36% per la Ristrutturazione Edilizia, il Governo propone di innalzare la percentuale al 50% e di raddoppiare il tetto di spesa da 48.000 a 96.000 euro: un incremento che punta ad aumentare del 45% l’incidenza delle detrazioni nelle spese di realizzazione di interventi di ristrutturazione.

Converrà di più riqualificare o ristrutturare?


La Riqualificazione Energetica degli edifici necessita di spese maggiori rispetto agli interventi ordinari di Ristrutturazione Edilizia: il regime di detrazioni previsto da questa bozza di decreto segue questa differenza favorendo la Riqualificazione Energetica con tetti di spesa detraibili maggiori (con la Detrazione 55% si può arrivare a detrarre fino a 100.000 euro per interventi di Riqualificazione Energetica completi, mentre per la Ristrutturazione Edilizia la quota detraibile massima è di 48.000 euro). Questo sistema legislativo permette un percorso parallelo dei due regimi di detrazione: la detrazione 50% (ex Detrazione 36%) risulterà essere conveniente per interventi interni che non influiscono sul consumo energetico dell’edificio, mentre per interventi all’involucro edilizio (come ad esempio l'applicazione di cappotti termici esterni) risulterà vantaggioso effettuare riqualificazioni energetiche di alta efficienza aventi diritto alla Detrazione 55%.

..............................................................................................
CasaEnergetica offre consulenza architettonica ed energetica per interventi di Riqualificazione Energetica.
Per avere maggiori info
Contattaci !
..............................................................................................


> Tutte le Flash News
 Aggiornato il 28 maggio 2012