Detrazioni del 55% per il risparmio energetico. Bilancio e prospettive.


Le detrazioni del 55% sono ormai in vigore da 5 anni, a partire dal gennaio 2007, e costituiscono un generoso sistema di incentivi per promuovere l'efficienza energetica degli edifici italiani esistenti.

Il sistema delle detrazioni del 55%, dopo i primi mesi di valutazione da parte degli utenti, è decollato dall’autunno 2007 (106.000 richieste solo nel primo anno). Nel 2008 la crescita si è confermata, con 248.000 richieste. La situazione si è poi stabilizzata, con le 238.000 richieste del 2009. L’incertezza, nel 2010, sulla proroga o meno delle detrazioni del 55% per il 2011 ha provocato una “corsa all’incentivo”: probabilmente sarà superato il record di richieste del 2008.

Le detrazioni del 55% riguardano diverse tipologie di interventi: isolamento termico di pareti, solai e tetti; sostituzione delle finestre; installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda; sostituzione delle caldaie.

Tuttavia l’intervento di gran lunga più richiesto (circa la metà del totale) è quello di sostituzione delle finestre. Questo tipo di intervento è infatti tra quelli più economici e di più facile realizzazione.
Segue la sostituzione delle caldaie e l’installazione degli impianti solari termici.

È interessante notare che circa il 20% delle richieste proviene dalla Lombardia. A seguire il Veneto, il Piemonte e l’Emilia Romagna (insieme queste 4 regioni totalizzano circa il 60% delle richieste).

Le novità riguardanti le agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica emerse nel corso dell’ultimo anno sono state:
  1. Proroga della detrazione del 55% fino al 31 dicembre 2011;
  2. Ripartizione delle spese sostenute nel 2011 in 10 quote annuali di pari importo, invece che in 5 quote annuali;
  3. Obbligo per le Banche e le Poste Italiane S.p.A. di effettuare una trattenuta del 10% come acconto delle imposte sul reddito dovute dai beneficiari, all’atto dell’accredito dei bonifici di pagamento delle spese soggette a detrazione del 55%;
  4. Applicabilità della detrazione del 55% anche alle spese sostenute per l’installazione di sistemi a concentrazione solare, se l’energia termica generata dall’impianto viene usata per la produzione di acqua calda sanitaria;
  5. Applicabilità della detrazione del 55% nei casi di ristrutturazione e ampliamento, nell’ambito del Piano Casa;
  6. Non cumulabilità delle detrazione del 55% con eventuali altri contributi comunitari, regionali o locali ottenuti per le medesime opere.
.................................................................................................
I professionisti di CasaEnergetica sono a disposizione per maggiori informazioni sul tema delle

detrazioni fiscali del 55%
.................................................................................................