2020: si supererà l’obiettivo europeo del 20% da energie rinnovabili

L'European Wind Energy Association ha dichiarato che l’Unione Europea nel 2020 supererà l’obiettivo fissato del raggiungimento del 20% del consumo energetico tramite energie rinnovabili, raggiungendo la quota del 20,7%, grazie all’impegno superiore alle attese compiuto da 15 dei 27 stati dell’Unione. L’analisi si basa sui dati contenuti nei Piani di Azione presentati dai paesi membri alla Commissione Europea.

Il primato dell’energia eolica spetta all’Irlanda, che coprirà col vento il 36% del fabbisogno nazionale; seguita dalla Danimarca (31%).
A livello europeo il 10,5% del fabbisogno sarà garantito dall’idroelettrico, il 2,7% dal fotovoltaico, lo 0,5% dal solare a concentrazione, lo 0,3% dal geotermico e lo 0,1% dal moto ondoso e dalle maree.

I paesi più performanti sono la Bulgaria, la Spagna, la Grecia e la Germania. Nota di merito per la Spagna che si avvicina, con 10 anni di anticipo, all’obiettivo Europeo grazie alla sua produzione di energia rinnovabile che oggi tocca il 35% del fabbisogno. Questo successo
ha trasformato la Spagna da importatore di energia nucleare dalla Francia a suo fornitore di energia elettrica da fonti rinnovabili: l’esempio della Spagna dimostra che la rivoluzione energetica è possibile e conveniente.

Maggiori informazioni sul sito dell'associazione:
www.ewea.org